Benessere e Salute

8 motivi validissimi per non buttare assolutamente via il nocciolo dell’avocado

L’avocado offre molti benefici per la nostra salute e per questo motivo il suo consumo è in costante aumento anche nel nostro paese. Ciò che non tutti sanno è che tali benefici sono racchiusi anche nelle parti dell’avocado che finiscono nel contenitore della spazzatura, in particolare il nocciolo, anch’esso commestibile ma sempre scartato… e sprecato.

8 motivi per consumare il nocciolo dell’avocado:

Fibre solubili: il seme dell’avocado è una delle fonti più ricche di questo tipo di fibre.

2) Antiossidanti: il nocciolo contiene il 70% di tutti gli antiossidanti presenti nell’avocado; questi servono a neutralizzare i danni causati dai radicali liberi, i quali portano portano – tra i tanti disturbi – anche all’obesità.

3) Contro l’invecchiamento: grazie all’alto contenuti di antiossidanti, i semi dell’avocado rallentano il processo di invecchiamento e aiutano a prevenire le rughe; inoltre ricostruiscono il collagene rendendo la pelle più elastica e distesa.

4) Contro il cancro: la presenza di flavonoli favorisce un ambiente non adatto alla crescita dei tumori.

5) Aiuto al sistema immunitario: i noccioli dell’avocado rafforzano il nostro sistema immunitario e dunque ci mettono al riparo da raffreddori e febbre.

6) Salute del cuore: i suoi semi sono ricchi della fibra che riduce i livelli di colesterolo nel sangue. Ciò vuol dire che il consumo aiuta a prevenire malattie cardiovascolari causate spesso da “barriere” che impediscono la corretta circolazione del sangue.

7) Contro la cattiva digestione: in Sudamerica i semi dell’avocado vengono utilizzati da sempre per curare i problemi gastrointestinali; aiutano a prevenire la stitichezza, le ulcere gastriche e l’infiammazione. Inoltre abbassano il rischio di infezioni da virus e malattie causate da batteri, oltre che la diarrea.

8) Glucosio e peso: l’estratto dei semi di avocado aiuta nel mantenimento del peso corporeo, riduce i livelli di glucosio nel sangue oltre a ridurre il senso di appetito.

Ecco come usarlo:

Il suo sapore è amaro questo è dovuto alle sue proprietà medicinali. Per consumarlo dovrete eliminare lo strato sottile di pelle marrone, grattugiarlo ed, eventualmente, tostarlo a fuoco basso. Con il seme grattugiato potrete:

  • Preparare un infuso: fate bollire per 10 minuti e lasciate a riposare per 5. Da bere durante la giornata
  • Utilizzarlo come condimento: in insalate, zuppe, salse, piatti di riso o pasta, ecc.
  • Se avrete la pazienza di tostarlo, potrete polverizzarlo e conservarlo in polvere.
  • Pestate il seme e mischiatelo con dell’alcol: lasciate macerare il composto per almeno una settimana. Potrete utilizzarlo per massaggi e frizioni in caso di dolori muscolari o articolari. E’ utile anche nel caso di emicranie, vi basterà massaggiare, con questo alcool, dolcemente le tempie e la cervicale.
  • Con la sua polvere potrete inoltre potrete anche preparare un impasto da applicare sui brufoli e sull’acne, per fare in modo che si asciughino più in fretta. Mischiate la polvere dei semi di avogado con un po’ di acqua calda per creare l’impasto, mettete questo composto tra due strati di garza e lo applicherete sulla pelle per 5-10 minuti, finché non sentirete che si asciuga. Ripetere il tutto ogni giorno finché non vedrete miglioramenti.
  • La polvere del seme può essere utilizzata anche direttamente sulla pelle come esfoliante e tonificante

 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie su questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi