Fai da te

FAI DA TE: COME FARE “PALLE D’ACQUA” PORTATILI E COMMESTIBILI [Video Tutorial]

Fotolia_108879069_Subscription_Monthly_M

1 – Introduzione

L’acqua in bottiglia può risultare molto negativa per l’ambiente. Prima di tutto, è la stessa acqua che esce dal rubinetto. Inoltre, una bottiglia di plastica viene riciclata molto raramente e si tramuta facilmente in un rifiuto che invade le nostre discariche. Eppure, esiste un metodo grazie al quale la situazione può nettamente migliorare.

Alcuni fantasiosi progettisti sono riusciti a mettere a punto bottiglie d’acqua biodegradabili e commestibili. In pratica, invece che bevuta, l’acqua può essere mangiata. Un trio di studenti londinesi si è così dato da fare per rendere questo sogno una realtà. Si chiamano Rodrigo Garcia Gonzalez, Pierre Paslier e Guillaume Couch e hanno inventato il cosiddetto Ooho. I tre hanno ricevuto un importante riconoscimento ai Lexus Design Awards grazie a questo particolare strumento. Si tratta di un contenitore a forma di goccia, in grado di contenere l’acqua e fare in modo che la stessa possa essere mangiata. Un metodo ideale se bisogna sostenere un lungo viaggio in auto o una vacanza in campeggio!

palla acqua

2 – Ingredienti

I progettisti stanno nella fase di collaudo dei prototipi di questo piccolo strumento. Il primo test ufficiale di Ooho risale al 2013 per una stazione televisiva spagnola. La versione conclusiva dovrebbe essere fatta da due membrane. Una scelta intrapresa per questioni di igiene ed autonomia. Poi certo, il gusto di questa bottiglia morbida non è piaciuto a tutti perché essa non è propriamente formata da ingredienti saporiti. Al tempo stesso, i lati positivi dell’invenzione sono sotto gli occhi di tutti e questa scoperta appare come un rimedio perfetto contro l’inquinamento della plastica, con una forte riduzione dell’impatto ambientale.

Diamo ora un’occhiata a ciò che serve per realizzare tale invenzione anche a casa propria. Ci vogliono due ingredienti che possono essere acquisiti online. Stiamo parlando dell’alginato di sodio, estratto dalle alghe brune, e del lattato di calcio, un sale che si trova nel lievito in polvere. Inoltre, occorrono una grande ciotola che può contenere quattro tazze di acqua, un’altra ciotola più piccola da riempire con l’acqua potabile, una bilancia digitale, un frullatore, un cucchiaio di miscelazione e un mestolo o un cucchiaio curvo.

3 – Ecco i vari passaggi da seguire:

1. Prendete un vaso contenente l’acqua potabile ed aggiungete un grammo di alginato di sodio. Mescolate i due ingredienti con il frullatore e fate dissolvere l’alginato di sodio. Quindi, fate riposare il mix per un quarto d’ora, evitando il proliferarsi di bolle d’aria.

2. Adesso prendete la ciotola più grande ed inserite nell’acqua cinque grammi di lattato di calcio. Mixate la soluzione con l’aiuto di un mestolo o un cucchiaio di miscelazione. Fate in modo che il lattato di calcio si dissolva.

3. Ora utilizzate il vostro cucchiaio curvo o il mestolo per inserire l’alginato di sodio nella ciotola col lattato di calcio. Formerete così una sfera. Ripetete il processo in bagno, ma assicuratevi che ci sia molto spazio.

4. Quando le sfere hanno preso forma, scuotete delicatamente la soluzione per circa tre minuti per fare in modo che il gel acquisisca la consistenza necessaria.

5. Infine, prendete un mestolo con fori e rimuovete le sfere d’acqua. Immettetele poi nella ciotola più piccola per fermare la reazione.

Ora gli Ooho sono pronti per l’uso!

[Voti: 3    Media Voto: 3.7/5]


Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie su questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi