Curiosità

La marijuana contiene un “DNA alieno” al di fuori del nostro sistema solare. Conferma della NASA

Il titolo sensazionalistico vi ha colpito al punto di condividere o approfondire quella che sembra una notizia fantascientifica? Be’, è proprio così. Una ricerca (ben più seria di quella suggerita nel titolo-esperimento) ha infatti dimostrato che articoli simili riescono ad attirare largo interesse e – udite udite – vengono quasi sempre condivisi senza che se ne conosca il contenuto, basandosi unicamente sul titolo.

46443b6166ddad6925fae8ce7b75f9f4
http://www.iflscience.com/

A dimostrarlo, oltre a ricerche effettive guidate da accademie ed università in tutto il mondo, è anche il sito dedicato alla materia scientifica IFLS, dove i suoi amministratori e moderatori hanno notato numerosi commenti superficiali e fuorvianti, da parte di utenti che formano la loro “opinione” leggendo il solo titolo.

Sentite questa. Lo scorso aprile il sito web NPR pubblicò un articolo dal titolo “Perché gli americani non leggono più?” – da qui ebbe inizio una lunga discussione tra gli utenti, i quali cercavano di analizzare i motivi dietro questa mancanza che in realtà colpisce tutto il globo, non solo gli Stati Uniti (in Europa, ad esempio, l’Italia è fanalino di coda per numero di lettori e libri letti in un anno).

Dunque, un’interessante discussione nata da… dal nulla. Perché non esisteva alcun articolo, ma solo ed esclusivamente il suo breve titolo.

Un gruppo di ricercatori della Columbia University e del French National Institute hanno analizzato le statistiche di oltre 2.8 milioni di articoli presenti online, e anche qui il risultato è scoraggiante: più del 59% dei link condivisi su Twitter non vengono cliccati dagli stessi utenti che li condividono. Ciò vuol dire che i frequentatori dei social network amano condividere articoli dei quali non leggono neanche una riga di contenuto! L’unico criterio per la scelta della condivisione è il solo titolo.

L’autore di questo studio, Arnaud Legout afferma:

“Le persone sono più disponibili a condividere un articolo che a leggerlo. Si tratta di un comportamento tipico del consumo moderno di informazioni. La maggior parte degli utenti formano la loro opinione basandosi su una breve frase o al massimo un riassunto”.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie su questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi