Senza categoria

L’aspirina fa bene alla pelle. Ecco la ricetta migliore

ab1b9c72cf5ddf14c2e74e94fff60bfe

Il potere dell’aspirina non si limita a farci passare il raffreddore. È la scoperta che sta facendo impazzire le donne di tutto il web: l’acido acetilsalicilico fa bene alla pelle. Quella pastiglia bianca che tutti possediamo nell’armadietto del bagno, o che teniamo in borsa, possiede grandi potenzialità per quanto riguarda la bellezza della nostra pelle. Vi state chiedendo come? Vediamo subito.

Pochi sanno che lo stesso ingrediente da cui è formata l’aspirina, ovvero l’acido salicilico, si trova anche nelle albicocche, nelle arance, nei frutti rossi e nel salice bianco. Questi ultimi sono spesso usati sia dalle marche di prodotti cosmetici sia nelle ricette più casalinghe per svariate maschere di bellezza dagli effetti benefici: per la maggior parte dei casi, si tratta di preparati che hanno la capacità dirigenerare la pelle secca o più matura, di far sparire le rughe, di combattere la pelle grassa. Ecco le altre proprietà e come sfruttarle al meglio

aspirina7

È stato dimostrato da tempo che la molecola dell’acido salicilico ha sull’epidermide uneffetto cheratolitico, ovvero riesce a sciogliere lo strato più esterno, detto corneo, pulendolo dalle impurità accumulatesi. L’acido acetilsalicilico contenuto nell’aspirina corrisponde a questo miracoloso acido salicilico dei prodotti di bellezza ma con una modifica in più: viene sottoposto a una reazione chimica aggiuntiva, chiamata acetilazione. L’acetilazione dell’acido salicilico diminuisce gli effetti collaterali sul nostro organismo, conservandone però le proprietà. Possiamo perciò affermare che l’aspirina, la semplice e comune aspirina, è un’ottima base per la preparazione di portentose maschere.

aspirina3

4) La ricetta

Gli ingredienti sono semplicissimi, facilmente reperibili e a basso costo. Dovete avere: 5 pastiglie di aspirina (attenzione, non quelle effervescenti!), del mielebiologico (un cucchiaio circa) e dello yogurtbianco naturale (sempre un cucchiaio). Innanzitutto, raccogliete le pastiglie di aspirina con della pellicola trasparente, in seguito polverizzatele, utilizzando ad esempio il fondo di un bicchiere (la pellicola serve a non spargere polvere bianca ovunque!).

aspirina4

3) Ricetta-parte 2

Poi prendete il miele e lo yogurt e mescolateli. Una volta ottenuta una pasta cremosa, dovete applicarla sul vostro viso, facendo ben attenzione a evitare il contorno occhi. Prima della messa in posa della maschera, ricordate di lavare bene il viso, passando a fondo lo struccante in modo da evitare residui di trucco. Affinché la vostra pelle sia veramente pronta per l’applicazione della maschera, mettete un panno caldo sul viso: il calore dilaterà i pori e la maschera avrà così un effetto sorprendente!

aspirina1

2) Le avvertenze

La maschera all’aspirina va lasciata riposare per almeno 20-30 minuti. Infine, risciacquate a fondo con dell’acqua tiepida e idratate abbondantemente. Vi sono alcune avvertenze: questo tipo di preparato contiene un elemento chimico perciònon va utilizzato più di 2 o, al massimo, 3 volte al mese. Vi consigliamo inoltre di farlo la sera: oltre che rigenerare la vostra pelle vi concederete un momento di relax e tranquillità prima di andare a dormire. Infine, nei giorni successivi al trattamento è consigliabileproteggere il vostro visodai raggi solari con creme nutrienti. Infine, pare ovvio dirlo ma chi soffre di allergia a questo prodotto chimico NON può assolutamente fare questo trattamento.

La maschera all’aspirina non serve però solo per il viso

aspirina5

1) Altri punti di applicazione

Questo particolare trattamento di bellezza fai da te ha notevoli effetti benefici: non solo funziona da tonificante sulla pelle, ma attenua imperfezioni come cicatrici e macchie. Inoltre, l’applicazione può essere effettuata anche su altre parti del corpo:gomiti, ascelle,capelli sono i più quotati. L’aspirina è quindi non solo un toccasana per il vostro mal di testa, ma anche per la vostra bellezza!

FONTE

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie su questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi