Benessere e Salute

Le innumerevoli proprietà e benefici della quinoa

La quinoa rappresenta sin dall’antichità un cereale essenziale per il nostro organismo grazie alla presenza di innumerevoli nutrienti e proprietà benefiche. Solo negli utimi anni si è diffuso il suo consumo anche in Europa, tanto che il 2013 è stato nominato “Anno mondiale della Quinoa”, mentre in realtà viene consumata già da 5000 anni in paesi come la Bolivia, Ecuador e Perù. La quinoa è stata sempre considerata un alimento prezioso e sacro dal popolo Inca, che la riteneva la “madre di tutti i cereali”. Nonostante sia ritenuto da tutti un cereale in realtà è un pseudo-cereale (ovvero non appartiene alla famiglia delle Graminacee). E’ un alimento ricco di proteine, fibre, vitamine e sali minerali.
Ne esistono di 3 tipi: bianca, rossa e nera. Una sola tazza di quinoa apporta circa 222 calorie e presenta una alta percentuale di nutrienti essenziali:

5f6289d65019d743b53ba34504ac3ad1

 

 

 

 

 

 

 

-Carboidrati: 39 grammi
-Proteine: 8 grammi
-Fibre: 5 grammi
-grassi: 4 grammi
-Manganese: 58% dell’RDA
-Magnesio: 30% dell’RDA
-Fosforo: 28% dell’RDA
-Folati: 19% dell’RDA
-Rame: 18% dell’RDA
-Ferro: 15% dell’RDA
-Zinco: 13% dell’RDA
-Potassio: 9% dell’RDA
-Vitamine appartenente al gruppo B: 10% dell’RDA
-Piccole quantità di calcio, Vitamina E e Omega 3.

La quinoa può essere acquistata in qualsiasi negozio che si occupa della vendita di alimenti naturali e biologici.
Molti studi scientifici hanno dimostrato la presenza anche di molti nutrienti in tracce importanti per il buon funzionamento dell’organismo.
Tra queste infatti troviamo delle molecole chiamate flavonoidi con proprietà antiossidanti, o ancora la quercetina con proprietà antinfiammatori, antivirali e antitumorali.
L’assenza di glutine della quinoa inoltre ne fa un buon alimento per i celiaci, i diabetici e per chi sta cercando di perdere chili in eccesso. E’ noto da sempre che mangiare alimenti che innalzano l’indice glicemico stimola la fame e contribuisce all’obesità e a tutte le malattie croniche correlate.
Al contrario la quinoa ha un indice glicemico basso (53), quindi molto utile per i soggetti a rischio in quanto si è dimostrata la sua capacità di ridurre gli zuccheri nel sangue, l’insulina e i trigliceridi.
Inoltre, aiuta a prevenire le malattie della retina e degli occhi, i problemi digestivi (gastrite, ulcere e colon irritabile) e il cancro. Si potrebbe quasi considerare come l’elisir di lunga vita.

Nel 1975, un team di ricercatori statunitensi ha dichiarato che la quinoa è “uno dei migliori alimenti di origine vegetale per il consumo umano”.
Ne raccomandiamo quindi l’assunzione a tutti almeno un paio di volte a settimana.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie su questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi